Visualizzazioni totali

giovedì 30 agosto 2012

Castello di Kassiopi

Castello di Kassiopi


Il castello di Kassiopi sorge nell'omonimo località che è situata lungo la costa nordorientale dell'isola di Corfù.
La cima del promontorio che divide le due spiagge che in passato erano i due porti di Kassiopi fu fortificata già in epoca romana. Nel 577 i Goti devastarono il villaggio e rasero al suolo la fortezza che fu ricostruita dall'imperatore Maurizio (582-602).

Nel novembre del 1084, nelle acque della sua baia, la flotta normanna di Roberto il Guiscardo che cercava di riconquistare l'isola, fu sonoramente sconfitta dall'attacco congiunto delle navi bizantine e veneziane.
Mantenuta in opera durante la dominazione angioina (1266-1386), la fortezza fu demolita dai Veneziani nel 1386, quando sferrarono il massiccio attacco contro l'isola, conquistarono il castello e lo smantellarono per ricostruirlo circa cento anni dopo. Il nuovo castello venne in seguito gravemente danneggiato nel corso delle incursioni turche del 1537 e del 1571, dopo la quale fu giudicato indifendibile dai veneziani e abbandonato. In questo modo però la città rimase indifesa e gli abitanti furono costretti a cercare rifugio nei villaggi arroccati sul monte Pantokrator. Il suo aspetto attuale è quindi dovuto in gran parte alla ricostruzione veneziana del XV secolo.

La cinta muraria, rafforzata da 19 torri a pianta quadrata e circolare, ha un'estensione di circa 1 km e la forma di un quadrilatero.

L'Ingresso principale, rafforzato ai lati da due massicce torri quadrate

L'ingresso principale visto dall'interno

Il corpo di guardia nel torrione posto a difesa dell'ingresso

Una delle torri quadrate che rinforzavano la cinta

Porta d'accesso

Nessun commento:

Posta un commento